Galleria

No alla privatizzazione dei Servizi pubblici

Negli ultimi 30 anni abbiamo avuto grandi processi di privatizzazione accompagnati dal discorso che la proprietà pubblica dei mezzi di produzione e dei servizi non è stata competitiva e solo la gestione privata e la concorrenza sul mercato SAREBBERO stati in grado di migliorare le condizioni di lavoro e di vita. Discorso a cui non ha corrisposto mai la realtà, perchè ogni processo di privatizzazione è stato la distruzione delle forze produttive (occupazione, condizioni ambientali …) e l’abbassamento della qualità dei servizi ai cittadini.

Il MoVimento 5 Stelle è fermamente convinto che sia indispensabile la ripubblicizzazione delle società partecipate dai Comuni, le quali devono essere trasformate in aziende speciali, prevedendo forme di partecipazione diretta dei cittadini con poteri non meramente consultivi. Infatti, la gestione dei Servizi pubblici locali tramite s.p.a. o s.r.l., non assicura trasparenza, partecipazione, tutela dei lavoratori e efficienza.

Servizi, così importanti come l’acqua, i rifiuti o i trasporti, devono essere gestiti tramite aziende “in house”, enti strumentali del Comune, che deve svolgere la parte prevalente e più importante della propria attività a favore dell’ente stesso.

La nostra opinione è che occorre ridare potere decisionale al Comune;

Assicurare una partecipazione vera ed effettiva della popolazione, che non degradi il cittadino a mero utente del servizio in una logica privatistica e contrattualistica.

Attuare una gestione innovativa, ecologica, solidale e remunerativa dei servizi pubblici locali, che salvaguardi insieme ambiente, occupazione, redditi, consumi sostenibili ed equità e che valorizzi le conoscenze, le professionalità e le esperienze esistenti.

Inoltre, al fine di garantire la gestione democratica di tali servizi gli atti principali relativi alla gestione di tali enti devono essere approvati e discussi attraverso sedute di Consiglio Comunale aperto.

Sciogliere Hsst-Mo, Holding Strategie e Sviluppo dei Territori Modenesi, è un atto dovuto nel rispetto della legge Cottarelli che prevede un concreto taglio alle società partecipate dagli enti locali.

Quello che però non riusciamo ad accettare è la volontà di questa amministrazione, così come per la maggioranza delle amministrazioni Comunali modenesi, di poter mettere in vendita le proprie quote azionari solo ed esclusivamente per far cassa adducendo a tale eventualità le difficoltà a reperire risorse diversamente. Il prossimo 28 aprile in aperta opposizione a questa decisione, la CGIL e non solo ha proclamato un sciopero di 8 ore definendo questa scelta delle amministrazioni pubbliche “MIOPE”. “I soldi non si fabbricano da soli” questa frase è stata pronunciata in commissione affari generali, infatti non si può pretendere nemmeno di ricorrere al mercato azionario per reperirli in quanto risulta essere un effimero salvadanaio. Per fare i soldi, serve creare le condizioni affinchè più cittadini possibili possano pagare in modo equo le tasse lavorando in cambio di servizi sicuri e efficienti, questo un Comune può e deve farlo.

Concertare il 51% dell’azionariato pubblico, che in tre anni scenderà al 35%, vuol dire di fatto privatizzare i servizi, venendo meno al ruolo di garante, in cambio di un doppio voto in consiglio d’amministrazione per decidere cosa? Le liste, cioè
 chi occuperà quella o quell’altra poltrona? In una S.P.A. vale la regola, riconosciuta anche nelle democrazie, che chi ha la maggioranza decide per tutti, e a maggior ragione, un privato che mette dei soldi in una società, cercherà il più ampio consenso affinchè il suo utile sia più lauto possibile, a quel punto farà pesare la propria quota azionaria, il 65% e I CITTADINI cosa potranno più fare per avere voce in capitolo?

A proposito del dare voce ai cittadini, PREROGATIVA del Movimento 5 Stelle, abbiamo messo agli atti la ” Lettera aperta ” che il “Comitato Modenese per l’acqua pubblica” ha inviato a tutti gli amministratori della provincia di Modena e del quale condividiamo ogni parola.

Gruppo Consiliare MoVimento 5 Stelle Fiorano.

Annunci

I commenti sono chiusi.